Visitare Caserta: 5 attrazioni da non perdere assolutamente!

Sapere cosa visitare a Caserta è fondamentale per organizzare il tempo da dedicare alla città ed evitare di andar via senza aver visto attrazioni uniche e di estrema importanza.

Cosa vedere a Caserta Duomo

Duomo di Caserta

Spesso turisti e viaggiatori visitano esclusivamente l’imponente e bellissima Reggia di Caserta, un vero peccato se si considera che la città e le sue frazioni offrono al visitatore diversi luoghi di interesse di alta importanza storica.

In questo articolo illustreremo cosa vedere a Caserta ma ci focalizzeremo principalmente sulle cinque attrazioni da non perdere assolutamente.

REGGIA DI CASERTA

È il simbolo della città, il monumento più bello ed indiscutibilmente uno dei più importanti dell’Italia intera anche se è poco famosa, soprattutto all’estero di cui buona parte ne ignora l’esistenza.

Reggia di Caserta da visitare

Reggia di Caserta

La Reggia di Caserta è una residenza reale, sfarzosa ed elegante, voluta da Re Carlo di Borbone e progettata nella seconda metà del XVIII secolo dal celebre architetto e ingegnere Luigi Vanvitelli.

Cosa vedere a Caserta Reggia di Caserta

Scala a doppia rampa della Reggia di Caserta (foto di Mia Battaglia su Flickr)

Visitare la Reggia di Caserta in un giorno è impossibile vista la sua ampiezza ed il gran numero di elementi (appartamenti, giardini, cascata, ecc.) di cui è composta. Nonostante ciò, un giorno può bastare per vedere le stanze principali degli appartamenti storici, la parte principale del parco e i giardini inglesi.

Visitare Caserta appartamenti Reggia di Caserta

Sale della Reggia di Caserta (foto di Mia Battaglia su Flickr)

Gli appartamenti storici della Reggia di Caserta sono composti da ben 1200 stanze. Vi si accede mediante una bellissima scala a doppia rampa che termina in un vestibolo. La prima stanza è la Sala degli Alabardieri, da qui in poi ci saranno altre sale di rappresentanza per giungere poi a quelle private, tutte molto belle.

Cosa vedere a Caserta appartamenti storici

Una delle sale della Reggia di Caserta

Il Parco Reale della Reggia di Caserta si estende per ben 3 Km di lunghezza. Un lungo viale parte dalla parte posteriore del palazzo e arriva, snodandosi in due strade parallele, fino alla “Grande Cascata” dove c’è la stupenda Fontana di Diana e Atteone e su un lato l’ingresso ai bellissimi Giardini Inglesi.

Visitare Caserta appartamenti storici Reggia di Caserta

Soffitto di una sala della Reggia di Caserta

Al centro delle due strade parallele (che compongono il viale principale) c’è un susseguirsi continuo di vasche e fontane, l’una più bella dell’altra. Tra le più belle e decorate troviamo la Fontana di Eolo e la Fontana di Venere e Adone.

Visitare Caserta Parco Reale

Parco Reale (foto di Wikipedia)

Il Parco Reale di Caserta si espande anche ai lati della parte iniziale del lungo viale, principalmente sul lato sinistro dove tra i vari giardini è presente anche la “Peschiera Grande”, un grande specchio d’acqua progettato per la pesca e per i giochi del Re ma che fu in realtà utilizzata per esercitazioni di milizia navale.

Cosa vedere a Caserta Grande Cascata e Fontana Eolo

Fontana di Eolo e la Grande Cascata (foto di Wikipedia)

I Giardini Inglesi rappresentano un vero e proprio angolo verde paradisiaco caratterizzato da piante provenienti da tutto il mondo, laghetti, templi, rovine e tanto altro. Da non perdere la visita al Criptoportico, ai ruderi del Tempio dorico e al Bagno di Venere, quest’ultimo è uno dei luoghi più suggestivi della Reggia di Caserta.
Indirizzo: Viale Douhet,  n° 2/a .

BELVEDERE DI SAN LEUCIO

Il Belvedere di San Leucio è un importante complesso monumentale situato nella piccola e omonima frazione della città. È composto da diversi elementi tra cui un importante edificio (Palazzo Reale del Belvedere) e alcuni giardini.

Visitare Caserta Belvedere di San Leucio

Belvedere di San Leucio (foto di Gianfranco Vitolo su Flickr)

Questo complesso è molto importante perché il Re Ferdinando IV di Borbone installò al suo interno una delle più prestigiose manifatture reali, specializzata nella produzione della seta. La fabbrica produceva seta di altissima qualità a tal punto da arredare luoghi importantissimi come il Vaticano, la Casa Bianca, il Palazzo del Quirinale e Buckingham Palace.

Cosa visitare a Caserta Belvedere di San Leucio

Interno del Belvedere di San Leucio (foto di Gianfranco Vitolo su Flickr)

Il Belvedere di San Leucio è oggi sede anche del “Museo della Seta”, uno spazio dove è possibile ammirare vecchi strumenti (macchinari, telai, ecc.) del Settecento grazie ai quali, attraverso diverse fasi di produzione, si tesseva la seta.

Visitare Caserta e Belvedere di San Leucio

All’epoca case dei lavoratori del Belvedere di San Leucio (foto di Gianfranco Vitolo su Flickr)

Il Real Sito di San Leucio è un luogo di grande interesse storico anche perché nel 1789 nacque lo “Statuto di San Leucio” ovvero il diritto della donna, la parità del genere. Lo Statuto, conosciuto anche con il nome di “Codice leuciano”, è una raccolta di leggi che regolamentavano la Real Colonia di San Leucio. Il testo focalizza la propria attenzione al ruolo della donna al punto da stabilirne l’uguaglianza con gli uomini. Fu la prima volta nella storia d’Occidente che avvenne un evento del genere.

Visitare Caserta e non fare un salto al Belvedere di San Leucio sarebbe un vero peccato!
Indirizzo: Via Atrio Superiore – Frazione di San Leucio.

CASERTAVECCHIA

Visitare Caserta Duomo di Casertavecchia

Duomo di Casertavecchia

Casertavecchia è un piccolo e suggestivo borgo di stampo medievale che sorge alle pendici dei monti Tifatini. È situato ad un’altitudine di 400 metri s.l.m. e a circa 10 Km dal centro città di Caserta (di cui fa parte essendo una frazione).

Cosa vedere a Casertavecchia

Una delle stradine del borgo di Casertavecchia

Passeggiando tra gli stretti vicoli del borgo di Casertavecchia si respira un’atmosfera particolare, il tempo sembra essersi fermato a tanti secoli fa. Scrutando con lo sguardo nei vari vicoli è possibile intravedere piccole botteghe artigiane e ristoranti con cucina tipica.

Cosa visitare a Caserta e Casertavecchia

Una delle botteghe artigiane di Casertavecchia

Le attrazioni da non perdere a Casertavecchia sono il Duomo con il bellissimo Campanile, i resti del Castello ed il Complesso monumentale dell’Annunziata.

Cosa visitare a Casertavecchia e Caserta

Resti del Castello di Casertavecchia

Dal borgo di Casertavecchia è possibile godere di un paesaggio mozzafiato su Caserta e le aree circostanti. Ci sono diversi punti panoramici, tra cui quello accanto ai resti del Castello che permette di vedere ottimamente la Reggia di Caserta (si scorge perfettamente Palazzo Reale ed il suo parco). In condizioni meteo favorevoli si riesce a scorgere anche il mare!

Visitare Caserta e il borgo di Casertavecchia

Casa delle Bifore a Casertavecchia

Casertavecchia è assolutamente una delle risposte migliori alla domanda “cosa vedere a Caserta”!
Indirizzo: Frazione di Casertavecchia.

CATTEDRALE DI SAN MICHELE ARCANGELO

Cosa vedere a Caserta Cattedrale

Cattedrale di San Michele Arcangelo (Duomo)

La Cattedrale di San Michele Arcangelo è la chiesa principale della città di Caserta. È situata in pieno centro, a pochi passi dalle celebri Via Mazzini e Piazza Vanvitelli e dalla Reggia.

Visitare Caserta Interni del Duomo

Interni del Duomo di Caserta

La chiesa, nota maggiormente come “Duomo di Caserta”, è in stile barocco e presenta un’architettura a tre navate. La facciata della cattedrale è contraddistinta da un’ampia scalinata in pietra e da un portico chiuso da una cancellata.

Cosa vedere a Caserta Duomo

Decorazioni del Duomo di Caserta

Al suo interno è possibile ammirare diverse opere d’arti ed affreschi tra cui il “Trionfo di San Michele Arcangelo sul Demonio” di Luigi Taglialatela e “Le tre Marie al Sepolcro e Resurrezione di Cristo” di Paolo de Matteis.

Visitare Caserta Interni del Duomo

Interni del Duomo di Caserta

Particolare e degno di nota anche la copertura della navata principale composta da cassettoni decorati in stucco.
Indirizzo: Piazza Duomo, n° 1.

ACQUEDOTTO CAROLINO

La quinta attrazione che vi consigliamo di visitare a Caserta, un’altra chicca assolutamente da non perdere è l’Acquedotto Carolino: un vero e proprio capolavoro di ingegneria idraulica.

Visitare Caserta e Acquedotto Carolino

Acquedotto Carolino (foto di Mia Battaglia su Flickr)

L’opera, conosciuta anche con il nome di “Acquedotto di Vanvitelli”, alimenta il Belvedere di San Leucio e le Reali Delizie della Reggia di Caserta (Parco Reale, Giardini Inglesi e Bosco di San Silvestro). Il condotto, inaugurato nel 1762 da Re Ferdinando IV, trasporta l’acqua per ben 38 Km, dalle falde del Monte Taburno (più precisamente dalle sorgenti del Fizzo) a Caserta.

Cosa vedere a Caserta Acquedotto Carolino

Acquedotto Carolino (foto di Mia Battaglia su Flickr)

Gran parte dell’acquedotto Carolino è interrato ad eccezione dei tratti che passano sui ponti, tra questi ci sono i “Ponti della Valle” che rappresentano l’elemento più bello e scenografico dell’intero condotto. Questa imponente costruzione, ispirata agli acquedotti di epoca romana, si innalza con una struttura in tufo a tre ordini di arcate che poggiano su oltre quaranta piloni a pianta quadrata.

L’Acquedotto Carolino, così come anche la Reggia di Caserta e il Belvedere di San Leucio, è stato dichiarato “Patrimonio dell’Umanità” dall’UNESCO.
Indirizzo: I ponti della Valle si trovano sulla strada provinciale 335 (SP 335), precedentemente chiamata strada statale 265 (SS265), nel comune di Valle di Maddaloni.

INFO UTILI

I cinque luoghi di interesse menzionati non sono tutti raggiungibili comodamente mediante i mezzi pubblici.

La Reggia di Caserta e la Cattedrale di San Michele Arcangelo sono facilmente raggiungibili mediante treno (Stazione di Caserta) oppure autobus. Per quanto riguarda il Complesso di San Leucio e il borgo di Casertavecchia, il sistema di trasporto pubblico non è molto efficiente e per tale motivo è preferibile muoversi in auto. Per l’Acquedotto Carolino la soluzione in auto è obbligata in quanto non sono disponibili alternative.

Le nostre dritte su cosa vedere a Caserta, o meglio le cinque attrazioni assolutamente da non perdere, sono terminate. Per qualsiasi info e/o delucidazione non esitare a lasciare un commento!

Articolo scritto in collaborazione con Weekendesk.


Ti piace il nostro blog? Seguici su facebook, twitter, google+ e pinterest!
 
   Follow Me on Pinterest


2 commenti a Visitare Caserta: 5 attrazioni da non perdere assolutamente!

  1. Simonetta 8 luglio 2017 ore 11:24 Rispondi

    Un buon motivo per tornare! Alla Reggia sono stata più volte, Casertavecchia è in cima alla lista ora aggiungerò anche le altre cose insieme ovviamente ad un’ottima pizza consigliata dal grande Nicola

    • Nicola Spina 8 luglio 2017 ore 11:30 Rispondi

      Grazie Simonetta :-)

      Per quanto riguarda le cose da vedere a Caserta, già ho in programma qualcosa. Ti portiamo io e Rossella ma prima a Santa Maria Capua Vetere, la nostra città! :-)

      Saluti Nicola

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Seguici su...