Giornate FAI 2016: Luoghi culturali da visitare quasi gratis

Le Giornate FAI di primavera ritornano il prossimo weekend per la 24° edizione. L’evento, organizzato da Fondo Ambiente Italiano, si svolgerà sabato 19 e domenica 20 marzo 2016 e consiste nel poter visitare oltre 900 luoghi (chiese, palazzi, ville, musei, giardini, ecc.) in tutta Italia aperti in via eccezionale dalle Delegazioni FAI.

Giornate FAI 2016 visitare musei e luoghi

Per visitare i luoghi culturali non è necessario essere un iscritto FAI ma, giustamente, gli iscritti godranno di alcuni vantaggi come le file preferenziali e gli accessi esclusivi a determinati siti.

Il costo della visita ad un determinato luogo non prevede un biglietto a costo fisso ma sarà richiesta un’offerta libera in cambio della quale verrà consegnata una spilla con il logo del FAI.

Tra i diversi luoghi aperti a tutti  ne citiamo tre molto interessanti:

    • Galleria dei Nobili nelle Catacombe di San Gaudioso a Napoli
    • Parco della Villa Gregoriana a Tivoli (Roma)
    • Fori Imperiali (dalla Colonna Traiana al Foro della Pace) a Roma

I visitatori sono accompagnati nella visita da dei volontari del FAI e in alcuni casi anche da dei giovani apprendisti ciceroni provenienti da scuole che aderiscono al progetto promosso dal Settore Scuola ed Educazione del FAI.

Non è richiesta nessuna prenotazione per la visita, salvo rari casi. È possibile conoscere tali informazioni e tutti i luoghi visitabili nelle Giornate FAI 2016 a questo link. Selezionando la regione e la città di interesse sarà possibile scaricare un file in formato pdf contenente tutte le informazioni utili.

Non ci resta che augurarvi una buona visita!


Ti piace il nostro blog? Seguici su facebook, twitter, google+ e pinterest!
 
   Follow Me on Pinterest


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Seguici su...