I Mercati di Traiano a Roma e il Museo dei Fori Imperiali

Mercati di Traiano a Roma

I Mercati di Traiano

I Mercati di Traiano a Roma costituiscono uno dei siti archeologici più visitati nella Capitale, assolutamente da non perdere per chi è in viaggio a Roma. Furono costruiti all’inizio del II secolo ed erano in gran parte sede delle attività amministrative dei Fori Imperiali, ma in misura minore ospitavano anche alcune attività di tipo commerciale.

Mercati di Traiano a Roma

Lato esterno dei Mercati di Traiano

Oggi i Mercati di Traiano sono la sede del Museo dei Fori Imperiali in cui si possono ammirare gli ambienti interni dei mercati traianei, le architetture, le decorazioni e le sculture antiche che li componevano. Alcune parti dei Mercati sono state ricomposte avvalendosi sia dei frammenti originari che di calchi e mostrano al visitatore la reale dimensione degli elementi ricomposti.

Mercati di Traiano a Roma

La Grande Aula del Museo dei Fori Imperiali

Mercati di Traiano a Roma

Ricomposizione dell’attico dei portici del Foro di Augusto

L’entrata ai Mercati di Traiano (sita in Via 4 Novembre, 94) è facilmente riconoscibile grazie alle mura antiche che circondano gli edifici traianei. Inoltre la struttura in vetro e la cancellata esterna lasciano intravedere gli interni e una parte del porticato all’aperto, permettendo così di apprezzare già dall’esterno l’imponente struttura.

Mercati di Traiano a Roma

Dace in marmo del Foro di Traiano

Mercati di Traiano a Roma

Frammenti di gruppi scultorei e di decorazioni

La prima parte della visita al museo ha inizio nella “Grande Aula” al piano terra in cui si ha una prima introduzione ai Fori Imperiali. Qui sono presenti diverse sale introduttive, ciascuna di esse è dedicata ad un singolo foro ed espone importanti elementi archeologici.

Mercati di Traiano a Roma

Frammenti scultorei

Nella parte centrale della “Grande Aula” è situata una straordinaria ricomposizione dell’attico dei portici del Foro di Augusto.

Mercati di Traiano a Roma

Ricomposizione di una decorazione scultorea

La seconda parte della visita avviene al piano superiore dei Mercati di Traiano e si dirama in tre sezioni:

    • La sezione dedicata al Foro di Cesare in cui si possono ammirare bellissime ricomposizioni come quella del rilievo figurato con Amorini nell’atto di sacrificare tori oppure la ricomposizione parziale di rilievo figurato con Amorini e ghirlande;
    • La sezione dedicata alla “Memoria dell’Antico” con elementi appartenenti al Tempio di Marte Ultore;
    • La sezione del “Corpo Centrale” dedicata al Foro di Augusto con varie ricomposizioni dei portici e tantissimi frammenti di statue maschili e cariatidi.

Il percorso si conclude con una meravigliosa vista panoramica esterna sui resti antichi dei Mercati di Traiano, sul Foro di Traiano, su Via dei Fori Imperiali e su una parte di Piazza Venezia.

Mercati di Traiano a Roma

Frammenti di statua colossale del Genio di Augusto

Noi abbiamo visitato i mercati ed il museo gratuitamente in occasione della giornata dedicata ai luoghi della cultura statali. La visita è durata poco più di un’ora e c’è piaciuta tanto, è stato molto interessante conoscere la struttura architettonica dei Mercati di Traiano ma soprattutto poter ammirare alcuni grossi frammenti appartenenti a decorazioni scultoree dei Fori Imperiali.

Mercati di Traiano a Roma

Vista panoramica sul Foro di Traiano, su Via dei Fori Imperiali e su parte di Piazza Venezia

Nella Città Eterna sono presenti tanti altri musei, sia classici che curiosi, assolutamente da visitare. Alcuni sono stati descritti nella sezione “Musei di Roma”.

Informazioni utili
Mercati di Traiano e Museo dei Fori Imperiali
Via IV Novembre, 94 – Roma
Costo biglietto: per maggiori informazioni clicca qui.
Telefono: 060608
E-mail: info@mercatiditraiano.it


Ti piace il nostro blog? Seguici su facebook, twitter, google+ e pinterest!
 
   Follow Me on Pinterest


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Seguici su...