Viaggio a Vilnius e Trakai


DIARIO DI VIAGGIO:  VILNIUS e TRAKAI

(di Fabio Sansone)

  • Michele “il Conducent”
  • Giuseppe “grande”
  • Giuseppe “piccolo”
  • Fabio (io)
  • Alessandro (da prendere a roma)

Partenza il 28.12. 2011 da Vallo della Lucania (SA) per l’aeroporto di Roma Fiumicino Terminal 2 direzione Vilnius. Ultima delle tre capitali baltiche.

 “Stessa voglia di sempre nell’affrontare un viaggio, paura di niente, pronto all’avventura, pronto a vivere una nuova città”.

Viaggio a Vilnius e Trakai

Piazza della Cattedrale e Statua di Gediminas

Doppia paura per Giuseppe “grande”; prima scopre che la sua valigia non entra nel cestello della Wizzair e dopo, al momento del controllo biglietti gli appare scritto sul monitor ‘different name’, (il quale sarà il suo soprannome per tutta la durata della vacanza) in poche parole mancava il suo terzo nome sul biglietto. Nulla di preoccupante visto che siamo in Italia dove passa tutto.

N.B.: cosa importante durante il viaggio è vestirsi obbligatoriamente a cipolla al fine di evitare sudate improvvise. Mantenere sempre la calma!

Per un viaggio di circa 3 ore non può mai mancare lettore mp3, taccuino ed una bella dormita. Viaggio molto tranquillo. Una volta atterrati decidiamo di effettuare un piccolo cambio di monete locale (Lita) per pagare il taxi che ci porterà in albergo. L’aeroporto è molto vicino al centro.

Viaggio a Vilnius e Trakai

Via Didzioji

Ormai è sera e dopo il check-in in albergo, doccia veloce e pronti per uscire. L’albergo dista 5 minuti a piedi dal centro.

Affamati e con tanta voglia di scoperta decidiamo di cenare nel più classico Mc Donald’s. Avevamo qualche indicazione sul dopo cena, ma non riusciamo ad orientarci sulle vie e ci buttiamo nel primo locale “italiano” che incontriamo, ovvero il “Salento” in via Didzioji g. n° 28. Ingresso a pagamento (40 litas, eccessivamente troppi considerati tutti gli altri locali dove o non si pagava oppure il prezzo massimo arrivava a 5 euro).  Proprietario ovviamente italiano, molti ragazzi italiani, età giovanile bassa, locale frequentato anche da omosessuali. Tutto sommato niente di che ma come prima sera può andare più che bene.

Viaggio a Vilnius e Trakai

Torre di Gediminas

29. 12. 2011

Il giorno dopo ci svegliamo con buoni propositi di visitare la città. Muniti di mappa e depliant (consiglio di prendere tutte le informazioni in aeroporto, trovate tutto l’occorrente gratis) ci dirigiamo verso la collina “Gedeminas” dove è situato un museo di reperti medievali, la torre Gedeminas la quale è raggiungibile attraverso una semplice funicolare (2 litas) oppure mediante un percorso pedonale-naturalistico. Dalla collina si intravede tutta la città, bel panorama, peccato per il cielo grigio.

Viaggio a Vilnius e Trakai

Cattedrale

Scendendo dalla collina ci imbattiamo in un giardino pubblico che ci porta direttamente alla piazza principale ovvero la Piazza della Cattedrale di San Stanislao e San Ladislao. Enorme piazza, ben rifinita e pulita. Al centro emerge un enorme albero di natale. Giusto il tempo di scattare qualche foto e rientriamo nel corso principale (via Gedeminio) che è situato difronte l’ingresso della cattedrale.

Viaggio a Vilnius e Trakai

Statue del Ponte Zaliasis

Pranzo in uno dei tanti ristoranti locali dove ordiniamo le classiche zuppe che si usano in questi paesi nordici e un pò di carne; buon pranzo e prezzi veramente bassi.  Dopo di che ci avviamo verso la via dello shopping (via Pilies), e in Piazza Odmini dove è possibile trovare i mercatini di natale. Rientro in albergo, riposo, doccia e cena in un ristorante italiano, anche qui prezzi bassissimi.

Viaggio a Vilnius e Trakai

Piazza della Cattedrale

Per la notte riusciamo a trovare un bel po’ di locali dove la presenza di italiani è nettamente minore rispetto alla sera precedente (consiglio vivamente il Prospecto , Tarantino club, Cocain, che non hanno nulla a che vedere con il disco-pub Salento. Qui troviamo tutti ragazzi/e del posto, le ragazze sono stupende e ben vestite, i ragazzi sembrano molto rozzi e vestiti da boscaioli.

30-12-2011

Viaggio a Vilnius e Trakai

Castello di Trakai

Colazione in albergo. Alla reception troviamo un depliant che illustra una gita a Trakai. Per raggiungere tale posto bisogna percorrere tutta la via Gedemino direzione cattedrale (chiedere info ed orari al chiosco presente in piazza) e da li aspettare un autobus privato che vi condurrà a destinazione.

Viaggio a Vilnius e Trakai

Lago Galve

Il prezzo è di 100 litas, ma varia a seconda scelta della guida in lingua locale o inglese. Ovviamente scegliamo quella inglese. Dista circa mezz’ora dal centro.

Viaggio a Vilnius e Trakai

Castello di Trakai

È un luogo spettacolare: si arriva in un piccolo borgo in legno dove sulle facciate di ogni abitazione sono presenti sempre 3 finestre (tipica architettura lituana); si scende di qualche metro in riva al lago, si percorre un ponte e si giunge alle porte del castello. Il costo dell’ingresso è compreso in quei 100 litas. Effettuiamo la visita all’interno, il museo e acquistiamo qualche souvenier.

Viaggio a Vilnius e Trakai

Forto Dvaras

Ritorniamo a Vilnius per il pranzo. In via Pilies 16 consiglio vivamente di entrare nel ristorante chiamato Forto DVARAS ed ordinare gli “Zeppelin”, piatto tipico lituano: è una sorte di gnocco gigante ripieno, ottimo!

Viaggio a Vilnius e Trakai

Zeppelin

Nel percorso per rientrare in albergo facciamo rifornimento di alcool e stuzzichini da consumare in albergo.

La serata ci dice male al Buddha Disco ( c’è anche su Facebook, da vedere per rendervi conto della situazione J) arriviamo all’ingresso intorno la mezzanotte, ma non ci fanno entrare essendo italiani (classica scusa di un buttafuori). Scopriamo successivamente che per entrare senza problemi bisogna presentarsi verso le 10-11 in modo da farsi timbrare il braccio. Per ogni evenienza ci buttiamo per la seconda volta al Salento.

31-12-2011

L’ultimo dell’anno decidiamo di dormire fino a tarda mattinata in modo da recuperare sonno perso ed energie per il gran finale. Ultimo giro pomeridiano per souvenir e foto ricordo.

Viaggio a Vilnius e Trakai

Una delle piazze della città

Per il cenone prenotiamo al solito ristorante italiano, ma prima di entrare iniziamo col brindare in camera. La serata si sposta direttamente al Buddha Disco fino a mattina. Grande serata, grande locale, bellissima la mia “ieva” con cui trascorro tutta serata!

01-01-2011

Effettivamente dopo la disco, andiamo in camera, bagagli e direttamente in aeroporto avendo il decollo verso le 11. Arriviamo a Roma con tanta nostalgia (soprattutto personale). Ci aspettano ancora 4 ore di macchina prima di rientrare alla normalità!

Viaggio a Vilnius e Trakai

Panorama della città

Città da visitare assolutamente, peccato per il cielo sempre cupo,  ma l’atmosfera natalizia ha sempre il suo fascino. 2-3 giorni bastano per visitarla nel giusto modo. Non abbiamo usato mai i taxi tranne nel trasferimento da/per l’aeroporto.

Motto della vacanza: WELCOME TO ST.TROPEZ!!!

Ringraziamo il nostro lettore Fabio Sansone per il diario di viaggio a Vilnius e Trakai.


Ti piace il nostro blog? Seguici su facebook, twitter, google+ e pinterest!
 
   Follow Me on Pinterest


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Seguici su...