Trenitalia sopprime i collegamenti notturni tra Nord e Sud!

Il prossimo 12 Dicembre andrà in vigore il nuovo orario invernale di Trenitalia che prevede la definitiva cancellazione dei treni notturniche uniscono il sud Italia al nord (e viceversa). Tutti i treni in partenza dalla Sicilia utili per raggiungere le città di MilanoTorino e Venezia, viaggiando in orari notturni, si fermeranno a Roma e non proseguiranno più la loro corsa verso le tre città del nord Italia. In tal modo indurranno il passeggero ad effettuare obbligatoriamente un cambio treno nella Capitale.

Le tratte ferroviarie che verranno cancellate dal servizio notturno sono le seguenti:

  • Agrigento – Roma
  • Palermo/Siracusa – Milano (Trinacria)
  • Palermo/Siracusa – Torino (Treno del Sole)
  • Palermo/Siracusa – Venezia (Freccia della Laguna)

Dei 26 treni che collegavano la Sicilia al Nord ne rimarranno solo 10 (5 da Palermo e 5 da Siracusa) mentre la tratta Agrigento – Roma non avrà collegamenti diretti e sarà servita esclusivamente da un servizio di  pullman. Non è ancora chiaro se il servizio cuccette continuerà ad essere operativo o se si utilizzeranno dei normali convogli.

Le regioni di Calabria, Campania e Sicilia non sono state le uniche ad essere state penalizzate dai tagli di Trenitalia, la stessa sorte si è abbattuta anche sulla Puglia. Con l’entrata in vigore del nuovo orario invernalesono stati soppressi anche i treni notturni della linea adriatica. Le città di Milano, Torino e Trieste saranno raggiungibili dalle città pugliesi, viaggiando di notte,    esclusivamente effettuando un cambio treno a Bologna. Con la cancellazione di queste corse vengono tagliate fuori dai collegamenti notturni anche le altre città della direttrice adriatica: AnconaPescaraRimini.

I cambi a Bologna e a Roma incideranno probabilmente sui costi e/o sui tempi di percorrenza. La manovra effettuata da Trenitalia comporterà la soppressione di 30 treni.


Ti piace il nostro blog? Seguici su facebook, twitter, google+ e pinterest!
 
   Follow Me on Pinterest


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Seguici su...