A Napoli con “Tu scendi dalle scale”

Napoli è una città composta da diverse aree collinari e pianeggianti. Anticamente, in assenza degli attuali mezzi di trasporto, i quartieri collinari erano collegati al centro storico e alla costa unicamente da caratteristici e suggestivi percorsi pedonali verticali (scalinategradinate, ecc.). In città sono presenti oltre 200 percorsi pedonali, tra cui 135 scale e 69 gradinate.

Il Comune di Napoli ha deciso di riqualificare alcuni percorsi di fondamentale importanza attraverso l’iniziativa “Tu scendi dalle scale”, un modo originale per permettere agli abitanti della città e ai turisti di riscoprire queste utilissime e affascinanti vie di collegamento che rappresentano dei veri e propri capolavori urbanistici.

I percorsi che saranno puliti e resi fruibili sono i seguenti:

  • Salita Moiariello (collega Capodimonte a una delle strade adiacenti a Via Foria);
  • Pedamentina di S. Martino (collega la Certosa di San Martino a Corso Vittorio Emanuele, ideale per chi intende proseguire verso il centro storico attraversando la celebre Spaccanapoli);
  • I gradoni del Petraio (collega il quartiere del Vomero a Corso Vittorio Emanuele);
  • Le scale di Principessa Iolanda (si trovano nella zona di Capodimonte).

Durante il corso dell’iniziativa, i quattro percorsi pedonali saranno interessati da un programma ricco di animazione ed eventi quali laboratori creativirappresentazioni teatralimusica dal vivodegustazionivisite guidatetrekking urbano e tanto altro. L’iniziativa è partita ieri e terminerà domenica 8 Gennaio 2012. Per visionare il programma dell’iniziativa clicca qui.

Ti piace il nostro blog? Seguici su facebook e twitter!


Ti piace il nostro blog? Seguici su facebook, twitter, google+ e pinterest!
 
   Follow Me on Pinterest


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Seguici su...