Il mito dell’Italia nell’Inghilterra Vittoriana

La Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea (GNAM) a Roma ospiterà una grande mostra sull’arte inglese del secondo Ottocento in cui saranno esposte oltre cento opere provenienti da prestatori privati e musei internazionali. La mostra, intitolata “Dante Gabriel Rossetti Edward Burne-Jones. Il mito dell’Italia nell’Inghilterra Vittoriana”, si svolgerà dal 24 Febbraio al 12 Giugno 2011.

Il cuore dell’esposizione comprende i preraffaelliti Dante Gabriel Rossetti, Edward Burne-Jones, William Morris ed esplora la singolare declinazione del classicismo nell’ambito della Royal Academy operata da artisti come Frederic Leighton e da rappresentanti della cultura estetica e simbolista (George Moore, George F. Watts, John William Waterhouse, ecc.).

Un aspetto della mostra verterà sul rapporto tra le opere inglesi e i prototipi italiani che ne hanno costituito il modello iconografico e la suggestione formale. All’esposizione sarà presente anche una sezione di artisti italiani che negli ultimi decenni del 19° secolo, attraverso la scoperta dei preraffaelliti inglesi, recuperano la tradizione artistica rinascimentale come matrice culturale ed ideologica dell’identità italiana.

Informazioni generali
Indirizzo: Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, Viale delle Belle Arti 131 – Roma (ingresso per disabili: Via Gramsci 73).
Costo ingresso: 10 € intero, 8 € ridotto
Orari: dal martedì alla domenica dalle ore 8:30 alle ore 19:30. La biglietteria chiude alle ore 18:45.
Telefono:             06/32298221       (Per visite guidate Telefono:  06/32298451  Sito web: www.pierreci.it)
Sito webwww.gnam.beniculturali.it
Emails-gnam.comunicazione@beniculturali.it


Ti piace il nostro blog? Seguici su facebook, twitter, google+ e pinterest!
 
   Follow Me on Pinterest


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Seguici su...