Budapest, la città delle terme

Oltre ad essere ricca di cultura e ad essere conosciuta come “la Parigi dell’Est” per il suo splendore, Budapest è l’unica metropoli al mondo ricca di sorgenti termali. L’acqua sgorga da 118 sorgenti naturali e pozzi che hanno un rendimento di 70 milioni di litri al giorno. Durante il dominio turco furono costruite numerose terme per la cura della persona e ancora oggi in alcuni bagni termali si possono vedere i resti delle terme d’epoca turca. Due bagni termali antichi sono il Kiraly e il Rudas. Il bagno termale Gellért è invece il più noto, famoso per il suo stile e la sua eleganza tanto da essere considerato uno dei simboli della capitale ungherese, è stato denominato bagno fangoso per i fanghi accumulati sul fondo delle piscine ed è il più bel palazzo in stile liberty della città; al suo interno si possono osservare gli stupendi mosaici e le maioliche e le sue acque sono ricche di sodio e calcio con cui si curano problemi alla circolazione periferica del sangue, infiammazioni articolari e malattie dell’apparato respiratorio. Un altro bellissimo ed efficiente bagno termale è il Széchenyi (testato e approvato dallo Staff di http://www.viaggiatorilowcost.it) in cui si rimane affascinati dalle piscine all’aperto (funzionanti anche in pieno inverno), con la loro architettura e i differenti percorsi d’acqua, inoltre qui si può anche giocare a scacchi lungo i bordi delle piscine!

Share

Insegnante di professione, ha un’unica grande passione: viaggiare e scoprire luoghi lontani dal turismo di massa. Durante il tempo libero si dedica alla scrittura e alla lettura di tutto ciò che riguarda il mondo dei viaggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *